Contributo Medio Oriente Mediterraneo

Stabilità nel Mediterraneo

Un contributo dell’ambasciatore Domenico Pedata alla discussione sulla stabilità regionale ed internazionale nell’area mediterranea

Concetto ampiamente accettato e realtà politica consolidata è quella del “Mediterraneo allargato”, che in tale accezione si estende fino ai Paesi del Golfo, interagendo anche con l’Africa a Sud del Sahara. La Russia inoltre, che da sempre ha cercato uno sbocco nel Mediterraneo, considerato da Mosca come rientrante nei suoi interessi strategici, è anch’essa attore che ne influenza la stabilità. L’acquisizione della base di Tartus ed il consolidamento di una presenza stabile ed influente nella Siria di Assad, ha permesso a Putin di coronare il vecchio sogno imperiale della Russia. Gli USA, anche se fanno mostra con Trump di volere allentare i loro legami con l’area, in cui conservano tuttavia salde posizioni, non possono evitare di continuare ad essere attori nelle vicende di sicurezza mediterranea. Con il progetto di “One Belt, One Road”, la lontana Cina, rispolverando antichi legami culturali ed economici, ha fatto del Mediterraneo il terminale della sua strategica di sviluppo per la quale è stato stabilito un fondo dell’ordine di quaranta miliardi di dollari USA che dovrebbe formare da incentivo e “starter” per investimenti infrastrutturali valutati in mille miliardi di dollari. Leggi di più..

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: